• Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Auto width resolution
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • red color
  • green color
Member Area

Istituto Allergologico Lombardo

F.I.S.M.A.

Casa di Cura Ambrosiana

sabato
25
ott
Home
Stabiliti i parametri per l'Immunoterapia Specifica Sublinguale PDF Stampa E-mail
giovedì 14 gennaio 2010

L’Immunoterapia specifica Sublinguale (SLIT) è efficace quando viene eseguita con estratti ad alte dosi di Allergene...

SLIT

Molti studi clinici hanno ampiamente confermato che l’Immunoterapia Specifica Sublinguale (SLIT) è efficace quando viene eseguita con estratti ad alte dosi di allergene, in pazienti attentamente selezionati che siano affetti da congiuntivite/rinite e asma, causate da allergia a Pollini o all’acaro della polvere. Il corretto impiego di questo trattamento comporta però che vengano rispettate delle regole fondamentali: non si tratta infatti di una panacea per le malattie allergiche respiratorie dato che non funziona nei non allergici o, negli allergici, se la stessa è indirizzata al trattamento di allergeni che non siano responsabili dei sintomi. Per questo motivo la World Allergy Organization sulla base di un largo consenso di esperti, comprensivo dei rappresentanti delle principali associazioni di pazienti, ha recentemente formulato una serie di parametri pratici per la corretta applicazione della SLIT.
I punti essenziali indicati dal documento sono i seguenti:
  • La SLIT dovrebbe essere prescritta solo da specialisti, tenuto conto da un lato del possibile rischio di andare incontro a degli effetti collaterali e dall’altro che essa sia inefficacie qualora non vengano valutate correttamente le caratteristiche dei sintomi del paziente, compreso il ruolo dell’allergene nella loro insorgenza;
  • la SLIT deve essere prescritta solo se:
    1. è stata chiaramente diagnosticata un’allergia IgE mediata per l’allergene che verrà utilizzato;
    2. è dimostrato che i sintomi si verificano o si esacerbano con l’esposizione all’allergene in questione;
  • Per giustificare il trattamento, i sintomi devono essere sufficientemente consistenti e prolungati;
  • Nel caso dell’Asma bronchiale il paziente deve essere però asintomatico prima di iniziare la SLIT. Molto importante nell’asma è accertarsi sempre che le prove di funzionalità respiratoria siano nei limiti della norma (es. VEMS superiore al 70% del valore predittivo), questo test andrà ripetuto regolarmente durante il trattamento. Se il valore del VEMS è inferiore al 70% del valore predittivo il trattamento non va iniziato (o se già iniziato va temporaneamente sospeso);
  • Dato che la SLIT si pratica a domicilio, il paziente deve essere informato dei possibili rischi del trattamento e educato a controllare gli effetti collaterali che eventualmente possano verificarsi.

Fonte: World Allergy Organization J. 2009; 2:233-281

 
< Prec.   Pros. >
Ultimo aggiornamento:
22 ottobre 2014 14:55

Registrati

Vuoi ottenere più informazioni?
Hai delle domande da porre agli specialisti?
Registrarsi
al sito IAL è
assolutamente gratuito.

RSS Feed

logo facebook
logo IAL

Login

Chi c'è online